Acido lattico nelle gambe: cos’è e quali i rimedi?

Quando dopo aver corso o fatto sport ci fanno male i muscoli, sappiamo che la responsabilità è dell’acido lattico. Ma che cos’è l’acido lattico? Questo non è altro che un residuo chimico che si deposita dopo il lavoro muscolare e che agisce durante i processi biochimici del muscolo.

Il problema dell’acido lattico, però non deriva dalle sue funzioni utili per i muscoli, ma piuttosto dalla difficoltà di smaltirlo dopo aver fatto esercizio fisico, questo causa così un accumulo di acido lattico nei muscoli.

Cosa provoca l’accumulo di acido lattico nei muscoli?

Il primo segnale che permette di capire che c’è un accumulo eccessivo di acido lattico nei muscoli, e principalmente nelle gambe è il dolore. Infatti quando questo si deposita nel muscolo provoca dei forti dolori muscolari e una fastidiosa sensazione di bruciore.

In casi di esercizio fisico molto intenso il dolore da acido lattico potrebbe persino portare alla nausea e al vomito. Questo succede principalmente quando ci si inizia ad allenare e si lavora sopra la soglia aerobica. Infatti, solo lavorando al di sotto della soglia aerobica è possibile riuscire a diminuire l’impatto dell’acido lattico sulle cellule dei muscoli.

Infatti, se si supera di continuo la soglia aerobica durante gli allenamenti, l’acido lattico si accumula nei muscoli e causa problemi che possono far calare anche la prestazione fisica.

Però, bisogna anche considerare che l’acido lattico è utile ai muscoli e solitamente si accumula solo durante i primi allenamenti, mentre con l’andare del tempo il fisico dell’atleta è maggiormente abituato a riassorbire velocemente l’acido lattico.

Per questo motivo si consiglia sempre d’iniziare con un’attività più leggera e di continuare ad allenarsi alzando la soglia di difficoltà man mano che si lavora sulle proprie prestazioni.

Acido lattico rimedi: Come smaltire l’acido lattico nelle gambe

L’accumulo di acido lattico nelle gambe, può essere combattuto subito dopo la propria sessione di attività fisica con metodi naturali e non dannosi per l’organismo:

  • Il Ghiaccio: il primo rimedio per riuscire ad evitare i microstrappi delle fibre muscolari e per ridurre l’infiammazione, è il ghiaccio. Questo se posizionato sui muscoli riesce a velocizzare il processo di riassorbimento dell’acido lattico.
  • Mangiare sano e riequilibrare l’organismo: Mangiare alimenti sani è necessario al fine di prevenire l’accumulo di acido lattico. Inoltre si consiglia sempre di riequilibrare i Sali minerali e le vitamine, e specialmente il magnesio. Gli alimenti migliori per stimolare il riassorbimento e diminuire la formazione dell’acido lattico sono: le noci, il tofu e i semi, il salmone e lo sgombro. Inoltre si consiglia di consumare: agrumi, banane, kiwi e vitamine del gruppo B.
  • Idratarsi: L’idratazione dei muscoli è molto importante per combattere l’acido lattico nelle gambe. Quindi prima di allenarsi è consigliabile idratarsi bene nei giorni precedenti. Se ci si allena tutti i giorni si possono usare delle bevande per sportivi ideali per smaltire l’acido lattico.

Questi sono tra i metodi naturali migliori per smaltire l’acido lattico nelle gambe e aumentare le prestazioni durante gli allenamenti. Se i problemi di accumulo sono invece persistenti e gravi, bisogna scegliere di agire contro questo con dei medicinali o integratori appositi (qui qualche esempio: integratori per acido lattico).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *