Elettroliti: cosa sono e il recupero dopo la corsa

Correre è un’attività fisica cardiovascolare che può nel tempo migliorare la salute generale del corpo. Quando si corre entrano in azione le endorfine che provocano un gran senso di felicità e vi permettono di sentirvi pieni di forze ed energie, tant’è che man mano che si corre si riesce nel tempo sempre a migliorare le proprie prestazioni.

Durante la corsa si suda molto, il sudore contiene vari Sali minerali come il sodio, il potassio, il cloro, lo zinco, il rame, il ferro e il magnesio. La perdita dei Sali minerali e dei liquidi dovute al sudore però dev’essere reintegrata adeguatamente. Infatti se si perdono liquidi in modo significativo le prestazioni fisiche e cognitive potrebbero essere compromesse portando successivamente alla corsa un senso di stanchezza.

Dopo una corsa infatti si perdono tramite il sudore gli elettroliti, questi sono necessari all’organismo e devo essere ristabiliti correttamente specialmente dopo una maratona.

Che cosa sono gli elettroliti?

Gli elettroliti sono delle particellechimiche particolari che si trovano all’interno dell’organismo e che servono a svolgere diverse funzioni questi possono:

  • dare stabilità alla pressione sanguigna
  • bilanciare il livello d’idratazione nell’organismo

Per questo motivo, dopo aver corso per diversi chilometri è possibile incorrere in uno squilibrio elettrolitico dato dal sudore e dall’affaticamento. Inoltre correndo il cuore è posto ad uno sforzo che aumenta il livello della pressione sanguigna. Per ripristinare gli elettroliti nell’organismo dopo la corsa è necessario assumere Sali minerali come sodio, potassio, cloro, magnesio e calcio. Il reintegro di questi Sali minerali permette così la stabilizzazione degli elettroliti e il mantenimento di uno stato di salute ottimale dopo la corsa.

Cosa bere dopo e durante la corsa

Quando si corre una maratona il corpo è sottoposto a un grande sforzo fisico questa inoltre comporta attraverso il sudore una perdita di Sali minerali e liquidi. Durante una maratona, dopo un certo numero di chilometri è consigliabile bere esclusivamente acqua o bevande ipotoniche.

Solo dopo la corsa, entro dieci o massimo quindici minuti dalla sua fine, invece si può cercare di rimpiazzare gli elettroliti che si sono dispersi e che hanno subito uno squilibrio durante il percorso. Le bevande elettrolitiche dopo la corsa fanno sì che non ci si senta spostati o troppo stanchi, permettono di evitare la comparsa dei crampi muscolari e addominali e reintegrano i Sali minerali necessari al corretto funzionamento dell’organismo.

Dopo la corsa si sconsiglia invece di assumere bevande che contengono carboidrati e troppi zuccheri, queste infatti possono invece portare a disturbi del tratto gastrointestinale e rallentare il processo di digestione. Una bevanda ideale dopo la corsa deve invece contenere una buona dose di potassio e magnesio e solo il 7% massimo di carboidrati provenienti preferibilmente da fruttosio o da maltodestrine.

Inoltre anche l’acqua minerale scelta da chi corre molto dev’essere differente da quella che si beve se non si svolge un intenso esercizio fisico. Si consigliano infatti acque minerali alcaline che contengano più di 50 gr. di bicarbonato, grazie all’alto contenuto di bicarbonato quest’acqua è in grado di neutralizzare le tossine che si producono durante un esercizio intenso.

Infine, è bene ricordare che successivamente alla corsa la temperatura dell’acqua e delle bevande non dev’essere inferiore ai 5°C, altrimenti si rischiano congestioni e crampi.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *