Come correre più veloce

Tutti coloro che corrono, siano essi runners amatoriali oppure professionisti, ad un certo punto raggiungono un livello di equilibrio per cui hanno un desiderio da raggiungere, correre più veloce. Nessuno può negarlo, correre più veloce è molto appagante, riuscire a superare i propri limiti nel tempo dà soddisfazioni ma farlo in un tempo sempre più breve ci fa sentire realizzati dal punto di vista fisico e sportivo.

Quali sono i passi da poter seguire e mettere in pratica per migliorare le proprie prestazioni e per correre più veloce?

Innanzitutto la prima regola da seguire è correre. Può risultare banale ma in realtà non lo è, perché fondamentale è non perdere mai la motivazione e il gusto di correre. Per fare questo sarebbe opportuno variare il proprio percorso. Per andare più veloci è indicato cambiare la superficie su cui si corre, ad esempio il trail permette di mettere in campo muscoli che altrimenti non sarebbero stimolati nella corsa su strada. In salita poi si riattivano aree muscolari che migliorano il controllo e la postura della corsa, oltre alla reattività del gesto atletico. Inoltre è importante anche variare l’attività sportiva, in modo tale da sviluppare muscoli che servono per correre ma senza sovraccaricare il fisico, per andare più veloce è necessario infatti il contributo di tutto il corpo.

Per aumentare la velocità è infatti importante migliorare la propria base aerobica che consiste nella capacità del corpo di sostenere poi lo sforzo dato dalla velocità.

Per quanto riguarda invece la base di indurance, essa è più difficile da costruire rispetto alla velocità ma, a differenza di quest’ultima, non si perde se si saltano gli allenamenti. Per lavorare sulla velocità si è obbligati a lavorare anche nel miglioramento della propria resistenza.

Le performance della corsa si migliorano rafforzando il cuore, le cui prestazioni migliorano ad esempio con i plank, da fare con o senza attrezzi. Il cuore allenato permette anche di evitare gli infortuni.

Gli squat e le salite invece sono ottimi per rafforzare i glutei, i muscoli dei quali sono fondamentali per i runners, in quanto determinano anche la centratura e l’equilibrio di tutta la zona del bacino. La caviglia pure contribuisce in maniera determinante alla velocità, quindi è importante che essa sia in ottime condizioni, elastica, che abbia una buona mobilità. Si può rafforzare la caviglia lavorando con la tavoletta propriocettiva, oppure in acqua spingendo la caviglia su e giù, destra e sinistra, camminando sulle punte e sui talloni, facendo passeggiate in spiaggia.

Se poi l’atleta è in grado di respirare correttamente, sfruttando in maniera opportuna il diaframma, allora le prestazioni potranno migliorare notevolmente.

Dopo ogni allenamento o gara, il recupero è fondamentale per ricaricare le proprie energie e permettere al fisico di recuperare e rigenerarsi, in modo tale che sia pronto per una nuova sessione di allenamento.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *