Maratone e Risultati – Pillole di Coaching a cura di Cinzia Botter

Quando partecipiamo ad una gara, generiamo sempre un risultato.

 

Anche chi si ritira durante la maratona, salvo problematiche fisiche, ne ottiene uno: avrà permesso al suo dialogo interno, se limitante, di vincere..Il “non ce la faccio”, o il “tanto non arrivo alla fine” possono farci fermare: chi è allenato mentalmente, sa’ come combattere tutto questo.

 

Maratone e Risultati

 

Si è premiati per i risultati, non per l’impegno: ci sono sport in cui si gareggia, anche con la dovuta preparazione atletica, e non si porta a casa nulla.

 

Quanto può essere frustrante? Riusciamo sempre a prenderci piena responsabilità di come questo ci fa stare, e di come reagiamo? Quanto influisce la gestione emozionale, il “cosa” ci diciamo e, in particolare, “come” ce lo diciamo? Per esempio, l’atletica ci può bastonare, se un pensiero negativo ci attraversa la mente, mentre con la maratona c’è il tempo di recuperare e attingere alle nostre risorse, fisiche e mentali.

 

Passione, grinta, coraggio, fiducia, determinazione ci permettono di arrivare alla fine, magari anche accelerando gli ultimi 2/300 metri.

 

Con la maratona, portiamo comunque a casa qualcosa di bello e gratificante: il tempo ottenuto e la medaglia per essere arrivati fino alla fine.

 

A volte, si arriva a correre la maratona dopo aver praticato altri sport: l’atteggiamento, rispetto a chi, mediamente, inizia con queste primissime gare verso i 30 anni, è diverso.

 

C’è, e rimane, la fame di performance, si è comunque un gara con sé stessi e i propri limiti, però l’atteggiamento è sereno e maturo: viene meno l’ansia di dimostrare qualcosa, è un’occasione di divertimento e c’è il desiderio di godere del post-gara. Chi è più ansioso e non migliora il suo tempo, vive il risultato come una sconfitta… può essere più funzionale l’essere l’appagati per esserci messi in gioco e aver fatto del nostro meglio? E quanto conta la squadra, in tutta la preparazione? Già la vita stessa è uno sport di squadra, figuriamoci in una maratona: si parte assieme, l’adrenalina si scioglie nel trascorrere del tempo e il gruppo ti dà la forza di spingere anche quando non ne hai.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *