8^ Rock & Run – Roma 17 Febbraio 2019

Ottava edizione di questa manifestazione, a cui partecipo per il quarto anno consecutivo, che si svolge al”mare della Capitale”, Ostia, che torna nella sua collocazione classica, a tre settimane dalla Roma-Ostia.

Arrivo a più di un’ora prima della partenza, e dopo aver ritirato il pettorale ed aver fatto qualche chiacchiera vado in macchina a cambiarmi.

Oltre alla 14 km, che si svolgerà su due giri quasi identici, si svolgerà anche una non competitiva di 7 km.
Obiettivo di questa gara è cercare di fare a prima metà a 5min/km, e la seconda a 4e30, anche perché dovrò aggiungere almeno altrettanti km, a fine gara, per fare un lungo in previsione maratona.

8^ Rock & Run

foto di Leonardo Ciacci

La temperatura è piacevole e la partenza avviene puntualmente; nonostante sia partito dietro, grazie alla strada larga, già il primo km è più veloce di 30 secondi, rispetto al previsto e decido “in corsa” di cambiare strategia e cercare di fare questa gara, alla media che vorrei tenere alla Roma-Ostia.

Col passare dei km il caldo aumenta e correndo si sta bene, cerco di non esagerare, tenendo d’occhio il Gps; dal terzo km in poi è previsto un tratto di sterrato di circa 2,5km, che si ripeterà dal 9°km in poi e rallento in prossimità del ristoro di sola acqua, strategicamente posizionato alla fine dello sterrato, prima che si riprende la laterale della via Cristoforo Colombo, in direzione Ostia.

La media al 5°km è di 4e25, ed il 7° km è posizionato all’ingresso della pineta di Cstelfusano, in senso contrario rispetto alla partenza.

Il tratto della Colombo è costituito da leggeri saliscendi, in cui si riesce a fare un ritmo abbastanza uniforme, mentre il primo tratto dentro la pineta, è asfaltato ed è costituito da circa un km in leggera discesa, seguito da circa 2 km asfaltati, in cui si deve fare attenzione più che altro ad i tratti rovinati dalle radici dei pini.

Col mio passo costante riesco a recuperare qualche posizione, ed anche al 10°km la mia media è di 4e25, e decido di dare una piccola accelerata per avere un negative split tra la prima metà gara e la seconda.

Grazie all’ultimo km a 4e12, riesco a superare 3-4 runner, e concludo i 14 km del percorso nel real time di un’ora un minuto e 31 secondi, alla media di 4e23 min/km, classificandomi al 179esimo posto assoluto, sui più di mille arrivati.

Quando taglio il traguardo, mi dirigo in macchina per un cambio maglia veloce e faccio i km di defaticamento, per il lungo previsto.

I vincitori risultano essere FALCHI Giuseppe (LBM SPORT)con il tempo di 47min e 40sec, e CASCIOTTI Maria (PODISTICA SOLIDARIETA’), che si classifica 34esima assoluta, con il tempo di 53min e 33secondi.
Una gara che nella sua normale collocazione, rappresenta un ottimo test per la Roma-Otia; sarebbe utile, un rilevamento intermedio, magari al 7°km, dato che la gara si svolge su 2 giri.

a cura di Alexio D’Alessio

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *