Amatrice-Configno: edizione della Rinascita (e poi????)

maglia Amatrice ConfignoHo nostalgia di questa gara, pur avendo preso parte solo all’ultima svolta, la 40esima edizione, denominata “della rinascita”, nell’agosto del 2017, cioè l’agosto successivo al terribile evento del terremoto, noi runner rispondemmo alla grande, dato che si svolse l’agosto successivo al terribile evento del terremoto, e dai circa 300 delle edizioni passate, il numero dei finisher fu quasi quintuplicato, e tanti si iscrissero senza partecipare, per contribuire anche in questo modo ad aiutare queste popolazioni.

Tanto mi ha colpito, che in un’altra manifestazione denominata “un taxi per Amatrice”, che si svolse nel settembre scorso, ci portai anche mio figlio Niccolò di tre anni, per non lasciarli soli e per dare a lui l’Esempio di aiutare il prossimo.

Questa marea di partecipanti, parecchi anche con i loro familiari, dopo la gara, si fermarono a cena nei ristoranti locali, per contribuire a dar loro la forza di continuare a crederci e non mollare.

Dopo questa ultima edizione, tutto tace, ed anche il nostro mondo come quello della politica si è volutamente dimenticato di questa gente, che nonostante la tragedia che li aveva coinvolti in prima persona, ci accolsero calorosamente, felici di vedere “vivere” i loro posti.

Nell’ultima edizione disputata, ricordo che le bellissime medaglie da finisher, coniate per l’occasione, furono offerte dall’organizzazione della maratona di Firenze, a cui nel 2017 e 2018, presi parte per “ringraziarli” per l’umanità manifestata.

Medaglia Amatrice-Configno

Mi chiedo perché questa manifestazione sia stata dimenticata, e mi chiedo perché le grandi organizzazioni di manifestazioni, le grandi società podistiche romane, con migliaia di iscritti, non si mettano insieme per riorganizzare questa gara, e sicuramente NOI runner risponderemo presente, come risponderanno presente tanti campioni simbolo del nostro amato sport.

Spero che il mio appello, condiviso nel mio piccolo da tanti amici runner, non rimanga inascoltato e che anche la FIDAL, laziale e nazionale, prenda a cuore la cosa, e sia la RINASCITA vera e propria della Amatrice-Configno e di tutte le località colpite dal sisma

a cura di Alexio D’Alessio

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *