Running, qual è il pavimento ideale su cui allenarsi

Running pavimento ideale su cui allenarsiVi state allenando per correre la maratona? Di certo saprete che la corsa è un’attività impegnativa e completa, perché coinvolge, non soltanto le gambe, ma tutto il corpo, e in particolar modo le braccia e la schiena.

Non tutti sanno però che si tratta di un’attività potenzialmente traumatica, perché poggiando il piede con forza sul pavimento si possono provocare traumi alla schiena. La postura, mai come in questo caso, è decisiva per ridurre al minimo il rischio di traumi. Anche il pavimento sul quale si corre e ci si allena per la maratona ha la sua importanza.

L’ideale sarebbe correre sui pavimenti antitrauma dei campi sportivi, pavimentazioni ad hoc per questo tipo di attività. L’asfalto, invece, non presenta la stessa morbidezza di queste pavimentazioni e, per questo motivo, è consigliabile utilizzare scarpe adatte e ben ammortizzate. Una buona alternativa al pavimento antitrauma e antishock è il parco con la terra, possibilmente liscio ed omogeneo.

I pavimenti antishock e anticaduta vengono utilizzati comunemente nei campi da gioco, dove hanno luogo le più disparate attività ludiche e sportive, che possono essere dislocate nelle scuole, nelle palestre e in edifici di diversa natura.

Nella realizzazione dei campi da gioco è importante pensare alle performance e alla sicurezza di chi li impiega, si tratti di bambini così come di persone adulte. Ecco nascere l’importanza del pavimento antitrauma, un particolare tipo di pavimentazione che, grazie alla sua intelligente conformazione, permette di attutire i colpi e di dare vita a una base sicura e piacevole da impiegare in ogni occasione.

Quali sono le principali caratteristiche del pavimento antitrauma? Si tratta di una sezione realizzata in speciali gomme, che permettono di attutire i colpi in fase di caduta e di scontro, rendendo il gioco e ogni attività fisica più sicuri. Il pavimento antitrauma propone una superficie morbida ma resistente agli urti, all’usura e al calpestio, quindi si rivela adatto a un inserimento pensato per lo sport e per le attività fisiche in generale. Incluso il running.

Pavimenti antitrauma: per interni ed esterni

Grazie alla sua duttilità, la pavimentazione antitrauma può, infatti, presentare misure personalizzate e coprire l’intera superficie pavimentata o solo una specifica porzione.

Al contempo, il pavimento di questa tipologia può essere scelto in diversi colori, delimitare delle aree di gioco ben definite oppure proporsi a tinta unita. Si tratta di una caratteristica molto importante, che permette di realizzare campi da gioco professionali dedicati agli adulti o spazi colorati e tutti da sfruttare per i bambini e i ragazzi.

Il pavimento antitrauma può quindi trovare spazio nelle sezioni esterne dell’edificio. In questo caso la sua funzione è duplice, perché all’azione antitrauma questo pavimento associa la capacità di mantenersi impermeabile e quindi sicuro in caso di terreno bagnato o sdrucciolevole.

Il pavimentoantishockpuò, anche in questo caso, essere definito nelle forme e nei colori, per ricoprire uno spazio bene definito e dotare gli impianti sportivi di un’area sicura tutta da dedicare al gioco e all’attività fisica all’aperto.

Grazie alla capacità drenate della gomma, il pavimento antitrauma rende la base di pavimentazione sicura nel caso di pioggia, ghiaccio o neve e si propone amico dell’ambiente ed ecologico, perché l’acqua non viene lasciata in superficie ma drenata a terra. Al contempo, la soluzione può essere lavata semplicemente, per assicurare igiene negli impianti sportivi e nelle aree destinate al gioco e all’attività motoria.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *